Nel campo del Management si definisce la parola stakeholder come un soggetto (o un gruppo di soggetti) influente nei confronti di un'iniziativa economica, sia essa un'azienda o un progetto.

Il seguente grafico cerca di rappresentare tutti gli enti e le associazioni che hanno un rapporto sia diretto che indiretto con la casa di riposo.

Nel primo gruppo, quello più ampio colorato in marrone, troviamo tutti quelli che hanno un rapporto indiretto con le attività socio-assistenziali della casa di riposo. Ciò nonostante, essi sono i soci strategici e in alcuni casi specifici sostengono fortemente la attività della struttura, come ad esempio l’UICCA, l’AUSL e la regione.

Il secondo gruppo è costituito invece da tutti quelli che hanno un rapporto diretto con Casa Mia, che sono coinvolti nelle attività giornaliere della casa di riposo; sono quelli che partecipano alla vita quotidiana della struttura. Questo secondo gruppo è quello colorato in verde.

Ecco la mappatura degli stakeholder di Casa Mia.


Il rapporto con l’A.U.S.L. della Romagna risale al 1997 quando "Casa Mia" ha sottoscritto la prima convenzione per 14 posti protetti, trasformata progressivamente fino ad arrivare nel 2011 in regime di accreditamento transitorio per 38 posti, raggiungendo l'accreditamento definitivo con l'A.U.S.L. per 38 posti, con determinazione 2750 del comune di Forlì il 24/12/2015

Casa Mia ospita, nei suoi 38 posti accreditati, utenti provenienti dalla Lista unica gestita dalla AUSL Romagna e dal Comune di Forlì.
Questi ospiti beneficiano di aiuti pubblici che vengono erogati alla struttura alla scopo di fornire loro assistenza personale e sanitaria e, nei casi valutati meritevoli dal Comune, un aiuto economico per la parte di retta che rimane a carico degli utenti.
Nel dettaglio, gli aiuti pubblici erogati nel corso del 2016 sono i seguenti:

1. € 575.292,74 a valere sul Fondo Regionale per la Non Autosufficienza, come contributo per le rette degli utenti accreditati ospitati in struttura;

100


2. € 136.601,11 a valere sul Fondo Sanitario Regionale, come rimborso per l'erogazione delle prestazioni sanitarie che la struttura effettua per conto dalla AUSL.

100


3. € 20.935,79 che il Comune di Forlì eroga per il sostegno della parte di retta che rimane in carico agli utenti, per gli utenti che non sono in grado di farvi fronte con le proprie risorse.

100



"Casa Mia" opera con il Comune di Forlì da oltre 18 anni per l’assistenza agli anziani, attraverso progetti di psicomotricità per over 65, nonché per la gestione e la cura del Parco delle Stagioni, situato nei pressi della struttura. Partecipa, inoltre, al programma difendersi dal caldo, accogliendo persone anziana in modalità gratuita durante le fasce più calde dei giorni estivi

L’associazione Rete Magica Onlus è una realtà del territorio locale con la quale da diversi anni Casa Mia collabora per offrire un supporto al disagio derivante dai disturbi cognitivi. Nello specifico, vengono organizzati corsi di psicomotricità funzionale, che mirano al mantenimento del movimento nell’anziano e alla capacità di compiere azioni consapevolmente coerenti.


La Casa di Riposo "Casa Mia" Intrattiene rapporti con scuole ed enti di formazione, quali l’Istituto tecnico professionale Ruffili, Istituto Saffi, ANGENFOR, IRECOOP e TECHNE. Vengono attivati tirocini e stage formativi al fine di offrire un'educazione professionale finalizzata alla sperimentazione di nuove modalità lavorative.


"Casa Mia" mantiene diverse relazioni con istituti universitari della Repubblica Italiana come l'Università Avventista di Villa Aurora a Firenze e l’Università di Bologna.

A livello internazionale la Casa di Riposo ha accordi di collaborazione con l'Università Avventista di Montemorelos, che ha sede in Messico, e con l'Università Avventista del Plata, in Argentina.


Oltre alle collaborazioni con enti pubblici ed università, Casa Mia intrattiene rapporti di cooperazione con istituzioni private come il Consorzio di Solidarietà Sociale, per progetti specifici sul servizio civile, servizio volontariato Europeo e per l’inserimento lavorativo di operatori diversamente abili.


Casa Mia, inoltre, come istituzione della Chiesa Avventista del Settimo Giorno, viene sostenuta anche attraverso i fondi dell'8 per mille che i contribuenti Italiani scelgo di destinare alla Chiesa Avventista del Settimo giorno. "Casa Mia" è membro del movimento mondiale della Chiesa Avventista conosciuto come "Adventist Volunteers", un programma che ogni anno permette a giovani di tutto il mondo di collaborare come volontari presso diverse istituzioni avventiste. Dal 2016 la Casa di Riposo è diventata membro attivo di Advent Care Network, la rete europea che raggruppa istituzioni avventiste e ministeri indipendenti in Europa.